Servizi Sociali ed alla Persona

1/3 Servizi sociali. Lo stato sociale a dimensione comunale

L’assistenza sociale in Italia, pur avendo un comune denominatore a livello nazionale, si diversifica a livello Regionale e la Puglia in termini regionali paga a caro prezzo quattordici anni di politiche fallimentari su tutti i fronti, ma soprattutto in termini di servizi sociali. 4Il Welfare municipale è ormai ridotto al minimo. Per i limiti degli stanziamenti di bilancio, il Comune è in ginocchio. Le uniche politiche sociali sono demandate allo strumento programmatorio del Piano di Zona, in cui si individuano priorità, si specificano gli interventi  si allocano le risorse locali e soprattutto quelle provenienti dal Fondo nazionale delle Politiche Sociali.

Aattraverso il Comune dovrebbe essere possibile avere accesso, dopo aver fatto apposita istanza, alla graduatoria e poi all’assegnazione di un alloggio popolare. I criteri di accesso variano da Regione a Regione, così come la disponibilità di alloggi dipende dal singolo Comune, a Novoli ma più in generale nel meridione d’Italia la situazione è disastrosa. Per questo Progetto Sociale per Novoli, propone un piano straordinario per l’assegnazione temporanea di case tutt’ora non affittate denominato “Mi curo di Te”, al quale segue il progetto “MyCibo” per il reinserimento sociale.

 

Tra i servizi di “MyCibo”  si possono ritrovare: Centro educativo, con spazi diurni ricreativi, educativi e culturali, oltre il tempo scuola, diversificati per piccoli e grandi con finalità di prevenzione al disagio primaria o secondaria. Doposcuola o sostegno nei compiti, un servizio educativo gratuito e domiciliare ai minori, attività a favore del singolo bambino e della sua famiglia, con funzioni di sostegno didattico, sociale, pedagogico ed educativo di prevenzione al disagio o di supporto in situazioni difficili. I Centri estivi, in copertura delle vacanze estive scolastiche. con la realizzazione del progetto di riciclo della differenziata, dell’umido e la realizzazione di un centro per “lombricaggio

Non da meno è l’attenzione che viene riservata agli anzian. Saranno migliorati i servizi che offre il “Piano di Zona”, tra i servizi di questa area si possono ritrovare: SAD, RSA, con l’istituzione di un Servizio di intermediazione del lavoro di cura (Albo badanti o assistenti famigliari), che offriranno consulenza e supporto nel trovare un lavoratore qualificato per compiti di assistenza o lavoro domestico, ginnastica anziani, vacanze climatiche.

Presso il centro culturale Vincenzo Tarantini, danni è previsto un Centro diurno per anziani, per stimolare la socializzazione e il mantenimento delle autonomie, bisogna integrarlo, con prestazioni sanitarie.

Inoltre, quest’area sarà sotto il costante monitorazio del sindaco, in quanto interventi che egli ha richiamato a se, facenti parte del bagaglio  di esperienze e sensibilità, proprie per chi vive l’impegno politico come una missione al servizio dei cittadini più deboli.

Lascia un commento

Back To Top