Cultura e Tempo Libero

Il Novoli dal perfetto equilibrio

Contro l’Uggiano di Mr Francisco Lima è pareggio


Chi scrive di crisi erra. In un campionato lungo e difficile bisogna muovere la classifica e besta. Soprattutto quando si incontrano squadre che nel campionato di Promozione hanno dalla loro esperienza e “vecchie” conoscenze che di calcio ne masticano. Il pareggio al “Cezzi” contro l’ Uggiano, è stato questo. Spazi chiusi ai rossoblù, perché capitan potì, edi suoi compagni non perdonano. L’epulsione di Marasco è un duro colpo, ne vien fuori una partita molto tattica con squadre contratte. Le emozioni del secondo tempo:  Capitan Potì e compagni spingono fino al rosso a Marasco per un doppio giallo al rientro dalla squalifica. Da segnalare due tiri, usciti di poco a lato, di Mino Tedesco, poi uscito anzitempo per un problema alla spalla. Uggiano vicino al goal con Pemeti, che colpisce il palo, e con Martita  Nel finale il forcing dei novolesi con un’occasione capitata sulla testa di capitan Potì, dopo una bella punizione in area calciata da Ismail. Novoli – Uggiano 0 – 0

Pareggio utile ad entrambi ma che non accontenta nessuno delle due formazioni, desiderose dei tre punti utile più per il morale che per la classifica. Si torna in campo giovedì 25 ottobre, sempre al Cezzi di via Trepuzzi, con il Novoli che ospita la Deghi Calcio per la gara di andata degli ottavi di finale della Coppa Italia. Domenica 28, invece, trasferta proibitiva a San Pancrazio per l’ottava di andata del campionato, contro la Salento Football Leverano del nuovo tecnico Borneo.

Pareggio 2-2 contro la Deghi negli ottavi di andata di Coppa

 Il Novoli dei pareggi porta a casa un pari e si prepara alla gara di ritorno degli ottavi contro la Deghi di mister Salvadore che recupera due volte lo svantaggio probabilmente nella seconda occasione  il pareggio finale arriva su una dubbia posizione di fuorigioco. Al Novoli non viene assegnato  un evidente rigoreallo scadere dell’extratime. La cronaca. si poarte e palo del Novoli su punizione dal limite di Alessio Iunco, che si riscatta al’11esimo su assist di Ismail. Il pareggio arriva nei primi minuti del secondo tempo, Libertini al 55esimo. Dopo soli 8 minuti: al 63esimo, infatti Bruno Denisi riporta in vantaggio il Novoli, beffato in pieno recupero con il pareggio degli “arancione” di Stefannizzi nel modo già descritto. Appuntamento il 22 novembre a San Pietro in Lama. 

Ancora pari con il Leverano dell’ex Ds Luca spagnolo.

Scontro pesantemente condizionato da maltempo. Mister Politi ritrova Serio e Denisi, rimodulando la formazione per le assenze di De Razza, infortunato, e Marasco, squalificato. Nei primi 45 minuti c’è solo il Novoli che va vicino al goal con Alessio Iunco direttamente su punizione (palo) e Mino Tedesco, con una staffilata da fuori deviata miracolosamente in angolo da Tramacere e con un guizzo che porta l’attaccante brindisino a tu per tu con l’estremo difensore di casa, poi concluso incredibilmente fuori di un soffio. Nella seconda frazione aumenta il vento e la pioggia, fattori che penalizzano le due squadre in campo: i padroni di casa cercano il forcing sbattendo sul muro difensivo di Tamborrino e Potì, Margiotta si conferma bravo e lucido su ogni occasione e l’attacco dialoga bene anche se non punge. Da segnalare anche un episodio dubbio in area leveranese, con uno strattonamento evidente su Tedesco non sanzionato dall’arbitro. Finisce così, con le squadre che non si fanno male e che restano appaiate a 10 punti al centro della graduatoria. Si torna in campo domenica 4 novembre, alle 14.30 al Toto Cezzi, contro il Lizzano 1996 di mister Palmieri.

L’analisi

E’ un bel Novoli sempre sul pezzo e sulle gambe. La sintesi di questo forcing fra campionato e coppa, può essere facilmente riassunta con un Novoli che si dimostra in perfetto equilibrio, la posizione di mezza classifica lo attesta. Basteranno i sacrifici di una società umile che chiede alla squadra altrettanto sacrificio e personalità?

No, se in campo si sarà costretti ad affrontare oltre all’undici avversario, anche la sfortuna e penalizzanti decisioni arbitrali. Dopo gli ennesimi episodi dubbi, la società farebbe bene a farsi sentire nei “piani alti”, con la solita educazione del Presidente Murra, persona di poche parole ma al momento giusto, ben dette e pungenti.

La piazza se ne è accorta ed un supertifoso del Novoli scrive sulla sua bacheca facebook: “Il calcio è questione di centimetri!! Ti gira tutto bene e questa palla entra.. Ti gira tutto male e questa palla non entra!! Quando saremo bravi e fortunati a prenderci tutti questi centimetri la loro somma determinerà il risultato che tutti aspettiamo con ansia!!! #nonmolliamo”.

E bisognerà che la società non scivoli più di tanto, indisponendo i suoi più accaniti sostenitori, il dodicesimo uomo in campo,  per le fantasiose trovate di qualche fantasioso personaggio, ledendo pilastri Sacri del Calcio a Novoli, come i colori della maglia per i quali centinaia di spettatori fanno sacrifici ed un buon numero di ultras non transigono. Novoli è solo rossoblù!

Lascia un commento

Back To Top