Notizie dal Comune Politica

TARI. L’ex Assessore al Bilancio Giovanni De Luca presenta domanda di accesso agli atti.

L’ex Assessore al Bilancio, Giovanni De Luca, ha presentato al protocollo del Comune di Novoli domanda di accesso agli atti utile ad acquisire il piano gestionale e  finanziario – Tariffe per il servizio di gestione rifiuti urbani TARI per l’anno 2018 da egli proposto nel breve periodo in cui ha rivestito l’incarico di Assessore al Bilancio. Ha chiesto anche il verbale di discussione del Consiglio Comunale e la delibera del Commissario Prefettizio n 16 del 20 agosto 2018 pubblicata in data 14 u.s.

De Luca lasciò la Presidenza del Consiglio Comunale per garantire al Sindaco, nei giornia seguire, il supporto amministrativo necessario per l’approvazione dei provvedimenti citati. Pasquale Palomba e Antonio Sozzo, nei mesi precedenti avevano preteso le deleghe al Bilancio e Tributi dell’Assessore Chiara Madaro, salvo poi dimettersi a “catena” impedendo all’organo esecutivo, la Giunta, una normale attività amministrativa. Il piano tariffario, rimodulato per la sopravvenuta novità delle sentenze esecutive che hanno riguardato tutti i Comuni della Provincia di Lecce, avrebbe subito un aumento fisiologico dal 4% all’ 8% della Tariffa.

La bocciatura nella seduta del Consiglio Comunale del 30 marzo 2018 sancita dai 3 “voltagabbana” ex componenti della maggioranza ha fatto saltare tutti i conti ed il Commissario Prefettizio ha dovuto aumentare la Tassa al 20%, con una oscillazione fra il 18% ed il 25% per alcune categorie di riferimento.

La bocciatura del piano del mese di Marzo – afferma Giovanni De Luca –  risulta un atto sconsiderato come avevo previsto, mentre l’ex Assessore Antonio Sozzo lo negava.  Il salasso a carico di tutti i cittadini è avvenuto mentre mi sbeffeggiavano ma è tutto a verbale di conseguenza  Palomba, Antonio Sozzo e Murra, credo che abbiano arrecato anche ripercussioni contabili all’ente che approfondirò e, qualora se ne ravvisasse la necessità, invierò il tutto come avevo preannunciato in Consiglio, alla Procura della Corte dei Conti“. 

In riferimento ad alcuni organi di stampa e relative affermazioni del giornalista secondo le quali gli aumenti sarebbero stati spalmati sui bilanci futuri, così come per le presunte dichiarazioni di non meglio precisati funzionari che hanno dato manforte a questa tesi, De Luca ha affermato: “il Comune di Novoli  non ha funzionari in materia, ha un solo Dirigente di Settore il dott. La Verde, che mi ha riferito personalmente di non aver rilasciato nessuna dichiarazione stampa. Sono le solite FAKE NEWS di una certa “stampa ufficiale”.  Inoltre escludo, con il piano di marzo per gli anni a venire, ulteriori dilazioni delle tariffe oltre la soglia dell’8%. Chiacchiere di un tifoso da stadio della squadra sbagliata. Oggi l’unico dato certo è sotto gli occhi di tutti: il piano dell’amministrazione Greco aveva un aumento dell’8% – invece stiamo subendo un aumento del 20% a causa dei dimissionari che hanno unito il loro voto alle opposizioni”.

Un quadro grave, perché la crisi economica e sociale in un paese dove il tasso di disoccupazione è molto alto, merita un profondo esame di coscienza di quasi tutta la classe politica novolese.

Il nostro progetto di rinnovamento deve andare avanti ha affermato De Luca, perché è un progetto sano e responsabile, compromesso da disturbatori sociali e politicanti che Novoli non dimenticherà facilmente”.

Lascia un commento

Back To Top