Politica

De Luca: Palomba, Antonio Sozzo e Murra brutto ricordo del passato. I loro fallimenti visibili.

Nei giorni scorsi qualcuno in “Per Novoli”  – amorfo progetto informe – deve aver agito al di fuori della professionale strategia pianificata a tavolino che da mesi si muoveva contro ed al margine della compagine di governo del Sindaco Greco. Strategia che continua a più livelli passando per la penna strumentale ed opinabile del solito uomo dal “doppio volto dell’informazione nostrana”. Lo scivolone è stato a dir poco da principianti.

Il 3 maggio u.s. il dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, in sinergia con la sezione Economia della Cultura ha comunicato l’approvato dei progetti triennali relativi ad attività di spettacolo dal vivo e attività culturali di 6 Fondazioni ed Associazioni partecipate di rilevante interesse artistico: la Fondazione Paolo Grassi onlus, la Fondazione La Notte della Taranta, la Fondazione Carnevale di Putignano, la Fondazione Pino Pascali, la Fondazione Giuseppe Di Vagno, l’Associazione Presìdi del libro. Loredana Capone Regione Puglia Antonella Agnoli Fondazione Paolo Grassi Fondazione Paolo Grassi -La voce della cultura La Notte della Taranta – pagina ufficiale Carnevale Di Putignano Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1921)” Presidi del Libro Fondazione lirico sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari. Novoli non c’è perché ancora oggetto di apposite ispezioni regionali.
Da qui, la gioia infantile di “Per Novoli” che nel condividerne il post alle 21:57 scriveva: “ La Fondazione Focara non c’è!! Cominciamo a vedere i primi risultati… si smentiscono da sole con i fatti le chiacchiere dei parolai della politica senza arte né parte!!”

Alle 22.27, convinti di chi sa quale grande scoop partono all’attacco dell’ex Presidente del Consiglio Comunale: “Si smentisce con i fatti!!”

Ma il massimo lo superano il giorno dopo, quando venendo a conoscenza di un’Ansa regionale, sono costretti a fare una brusca frenata e tornare sulle loro dichiarazioni. Perfetta figuraccia degna del miglior “Gazebo” e scrivono: “I fatti! La Fondazione Focara avrà un futuro! Le dietrologie e le parole le lasciamo ai parolai… Ieri scrivevamo dell’esclusione della fócara dalla rete delle fondazioni e oggi apprendiamo con orgoglio che la Regione Puglia ritiene fondamentale la presenza della nostra festa tanto da prevederne il suo ingresso a breve e pertanto ringraziamo per la sensibilità istituzionale e la fiducia nell’evento più importante dell’inverno pugliese”.

Ci sarebbe da ridere, se non ci trovassimo di fronte a tre incompetenti nei modi di fare, che con le loro contraddizioni dimostrano di non aver retto alle responsabilità che amministrare un paese comporta. Lo scriviamo poiche’ questi comportamenti venivano adottati anche nel chiuso delle stanze, nelle riunioni di maggioranza, in ogni seria progettazione della quale non erano all’altezza.
Se di altri sono le parole dei parolai,  la prova di quanto i tre siano distruttivi è sotto gli occhi di tutti. O almeno di uno.
L’ Amministrazione Greco entra in affanno la prima volta con “il piano sperimentale viabilità”.
In tutti i modi il Presidente del Consiglio Comunale aveva messo sull’attenti la maggioranza in merito all’applicabilità di quel piano fortemente voluto dall’ex Assessore Antonio Sozzo.
Piano che costò, in cifre e politicamente, non solo il primo ovvio litigio di maggioranza quando l’Assessore relaziono’ della sospensione. Quando  la miopia politica del su menzionato andò a imbattersi nei lavori per la banda larga in Via Santo Stefano, Via S.Francesco e Via Cadorna.

La speranza disattesa.
Il problema è stato ripetutamente affrontato in sede municipale. Tuttavia tutto è rimasto come prima e neanche è stata ripristinata la segnaletica di divieto di transito ai mezzi, nonostante le rassicurazioni avute dall’ex assessore filosofo. I cittadini residenti del posto si dichiarano delusi dal comportamento del Municipio, del cui ex Assessore se ne è completamente disinteressato.  Li ha recentemente incontrati il Presidente di Fratelli d’Italia e Movimento per Novoli Giovanni De Luca: “ci avevano ‘promesso’, ancora una volta, che i cartelli stradali sarebbero stati ripristinati entro 20 giorni – dice De Luca – ma siamo stati traditi noi e voi”.
L’incontro risale a 10 giorni fa e De Luca se ne è fatto portavoce con il Comando di Polizia Locale e con l’Ufficio Tecnico Comunale: “mi vergognerei di relazionare di questo problema alla neo Commissaria. Ha già tante incombenze”. Conclude De Luca.

Poi l’Ex amministratore si dichiara allucinato per il basolato di Piazza Regina Margherita.  interessai Antonio Sozzo quando si erano rotti solo due basoli. Vi farò sapere presto a quanto ammonta il danno per l’incuria di mezza strada. Non si è mai interessato al transito su quei basoli dei mezzi pesanti che stanno rovinando la piazza. La logica era “chiudere”.  Chi pagherà i danni del basolato che viene distrutto in continuazione? Lo scarico della Farmacia deve essere fatto da Via Umberto I°”.
De Luca informa che su sua sollecitazione prima della caduta dell’amministrazione, l’Ufficio Tecnico aveva predisposto una determina d’intervento.
“Ho incontrato l’ingegnere Carrone e mi ha detto che la determina è ferma in ragioneria”- chiude De Luca -sono molto dispiaciuti gli uffici e queste problematiche vanno seguite”.

Infine sulla curiosa vicenda facebook di “Per Novoli” e le accuse rivolte contro De Luca in merito alla difesa del Presidente della Fondazione Focara, Egli dichiara: “non mi interessa polemizzare con loro, sono un brutto ricordo del  passato. Rivendico quello che ho dichiarato in quel comunicato, la mia amicizia nei confronti del Sindaco è immutata, così la stima e la fiducia. Di Gianmaria posso dire che è una persona onesta.  Fratelli d’Italia e Movimento per Novoli restano fedeli al patto sottoscritto con lui e con gli elettori. Inoltre, è una persona colpita da una congiura ordita fra Bari e Novoli che molto presto sarà smascherata. Ribadisco che tutti i funzionari che hanno interagito con Greco, si sono complimentati personalmente con lui per la sua competenza,  educazione, disponibilità e per la tenita dei conti 2016 e se sto dicendo una cosa falsa mi querelino. Che cosa avviene quando arrivano a Bari, lo capiremo con il tempo. Di quei tre non voglio più parlare (si riferisce a Palomba, Antonio Sozzo e Murra) sono impegnato a lavorare in difesa di Novoli e per la sua crescita, incontrerò la Commissaria per farLe presente i danni prodotti ai commercianti e residenti di Via Verga con l’unico senso di marcia del piano fallimentare di Sozzo. Per me quei tre al governo del paese sono stati solo una jattura ”.

Lascia un commento

Back To Top