Politica Unione dei Comuni del Nord Salento

Ospedale Campi Salentina. In arrivo 4 milioni di euro. Taurino esprime soddisfazione. De luca evidenzia i ritardi.

Con la Delibera n° 963 la Asl Lecce, di concerto con la Regione Puglia, avvia un progetto da 4 milioni per riconvertire l’ex Ospedale di Campi Salentina e  trasformarlo in Presidio Territoriale Assistenziale  utilizzando i fondi FESR 2014-2020 e rinforzando la rete dei servizi sanitari territoriali.
I lavori, nel dettaglio, riguarderanno opere di adeguamento antincendio e sismico (400mila euro), adeguamento del sistema elettrico (450mila), ristrutturazioni edili (700mila) e opere di efficientamento energetico e logistico (150mila). Il “pacchetto” di dotazioni tecnologiche comporterà un investimento da 1 milione e 330mila euro per l’acquisto di diverse apparecchiature, tra le più importanti: 1 RMN Articolare, 1 TAC 64 strati, 9 Defibrillatori automatici e manuali, 2 Elettrocardiografi a 12 derivazioni, 1 Elettrocardiografo portatile e 4 lettori Holter. Sono stati già acquistati, invece, 5 Ecotomografi multidisciplinari di fascia alta, 3 Ecotomografi cardiologici di fascia alta e un Mammografo digitale diretto, mentre è in corso la procedura per acquisire un Colonscopio per screening. “La Asl – spiega il direttore amministrativo Antonio Pastore – sta procedendo in modo serrato rispetto alla rotta segnata nella programmazione dei fondi Fesr. Il lavoro amministrativo che stiamo portando avanti costantemente è fondamentale per realizzare le opere e i servizi in grado di rinforzare la Sanità territoriale”.
Sono soddisfatto come Sindaco e come Presidente dell’Unione dei Comuni – afferma Giuseppe Taurino – dell’interesse e dell’impegno mantenuto dal dott. Ruscitti. Un grazie particolare al Direttore Generale dell’Asl di Lecce e al Direttore Amministrativo dott. Antonio Pastore. Siamo pronti e disponibili ad un nuovo incontro per continuare a ragionare e a lavorare insieme al progetto.

Di diverso tenore le dichiarazioni di Giovanni De Luca, Consigliere dell’Unione dei Comuni del Nord Salento: “dopo aver partecipato all’incontro fra una delegazione di amministratori del territorio guidata dal Presidente dell’Unione con il dott. Ruscitti, qualcosa si è mosso, come promesso da quest’ultimo.  Tuttavia, sono deluso dai ritardi nei quali versano i pronto soccorso, in particolare quello di Lecce, i continui ritardi sulle liste d’attesa per le visite, per il silenzio intorno alla vicenda dell’ormai ex Imid. Una vicenda sconcertante, un vero scippo ai malati ed al territorio. Questa battaglia non la lascerò mai”.

Lascia un commento

Back To Top